COBAS per il COMUNISMO

Via Tribunali n° 181 - Napoli

Telefax 081 210810

 

Proletari di tutto il mondo unitevi !!!!!

 

 

OPPOSIZIONE SOCIALE E DI CLASSE DURISSIMA CONTRO IL GOVERNO DI BERLUSCONI, AGNELLI, FAZIO, FINI E BOSSI.

 

 

Il governo Berlusconi, a nome e per conto della Confindustria e della Banca d’Italia, si appresta ad aprire la campagna d’autunno contro i lavoratori e i pensionati.

Nel Documento di Programmazione Economica e Finanziaria recentemente approvato, e nella prima stesura della Legge Finanziaria, sotto tiro sono finiti i pensionati ai quali erano stati promessi consistenti aumenti mensili, la scuola pubblica equiparata a quella privata, i contratti di lavoro sia nel settore pubblico che in quello privato (due esempi, il contratto da rinnovare per gli infermieri e quello fatto senza la firma della FIOM per i metalmeccanici), la revisione delle norme e delle tutele scritte nello Statuto dei Lavoratori con la proposta di eliminare i licenziamenti senza giusta causa accogliendo in pieno una delle richieste più pressanti avanzate dalla Confindustria, l’introduzione dei ticket sui farmaci e sulle prestazioni mediche specialistiche, i tagli alle spese dei Comuni e delle Regioni, la privatizzazione ulteriore del mercato del lavoro. Sul piano sociale i singoli Ministri del governo Berlusconi ci hanno fatto sapere che sono favorevoli a rivedere la legge sull’aborto, a considerare reato penale l’immigrazione clandestina e il consumo delle droghe e negare qualsiasi beneficio assistenziale alle coppie di fatto, colpevoli di non essersi unite in matrimonio pur essendo genitrici (provvedimenti di legge approvati dalla Regione Lazio, dal fascista Storace).

 

Nel frattempo il governo Berlusconi e il Parlamento hanno avuto il tempo di approvare la legge che depenalizza il falso in bilancio, rinviare alle calende greche la risoluzione della questione del conflitto d’interessi, prevedere forme sottili di condoni fiscali e chiarire i rapporti che si devono tenere con le grandi organizzazioni mafiose (vedi intervento del Ministro Lunardi in merito all’avvio dei lavori per l’ammodernamento delle infrastrutture del nostro Paese).

 

Il Governo Berlusconi è il governo della Confindustria e della Banca d’Italia: è un governo reazionario e fascista, è un governo che vuole ridisegnare i rapporti di forza tra le classi a tutto vantaggio della borghesia imperialista. Nei giorni del G8 ha cercato e voluto lo scontro con le forze antiglobalizzazione per dimostrare che il vento in questo Paese è cambiato: la morte cercata e voluta di Carlo Giuliani, unitamente alla sottoscrizione dell’accordo dei metalmeccanici non sottoscritto dalla FIOM, ci dimostra concretamente che la volontà di questo governo è di cercare lo scontro sociale con l’intero proletariato.

 

Contro la restaurazione capitalista in atto nel nostro Paese bisogna organizzare una durissima opposizione sociale e di classe !!!!!

Per l’autonomia e l’indipendenza del proletariato dalla Borghesia Imperialista !!!!!

Per l’unità di tutta la Sinistra di classe ed antagonista !!!!!

 

Napoli 05 Settembre 2001