LETTERA APERTA AL DIRETTORE DEL MATTINO, DELLA VERITÀ E DELLA REPUBBLICA da parte del candidato per i Cobas per il Comunismo al Comune di Napoli e alla Presidenza della Circoscrizione di Miano LOPRESTO DOMENICO

 

 

Egregio Direttore:

 

Nella nostra città un nuovo soggetto politico denominato COBAS PER IL COMUNISMO da mesi sta proponendo un suo candidato alla carica di Sindaco e tanti aspiranti Presidenti delle Circoscrizioni. I COBAS PER IL COMUNISMO raccolgono istanze, tensioni e programmi che sono tutte interne a tante Organizzazioni Sindacali di Base e/o Associazioni che da sempre si sono battute in difesa del riconoscimento dei diritti di cittadinanza che quotidianamente vengono negati ai cittadini, quali il diritto al lavoro o al reddito, alla casa e alla civiltà di abitare in ambienti sani e igienicamente tutelati e non nei ghetti dei rioni costruiti con i fondi ex Legge 219, alla cittadinanza attiva e passiva per i lavoratori extracomunitari presenti da anni nel nostro Paese.

Un’Organizzazione Politica in lotta contro il crescente processo di internazionalizzazione dei capitali e delle merci, dei processi e dinamiche conosciute come globalizzazione delle economie a danno dello sviluppo dei cosiddetti Paesi del terzo e del quarto mondo, condannati per queste logiche ed interessi al sottosviluppo eterno.

Queste tensioni, programmi, idee, proposte, non trovano spazio sui vostri giornali nonostante l’invio massiccio di note e di documenti della nostra Organizzazione Politica: detto in una parola, non si riesce a superare il blocco totale, il buio intorno alla nostra presenza.

Un tempo i borghesi illuminati sostenevano la tesi che pur non condividendo le idee del proprio avversario politico, era doveroso che esse fossero conosciute e diffuse.

La legge ci consentirebbe di chiedere pari dignità di accesso ai mezzi di informazione di massa con gli altri candidati alla carica di Sindaco di Napoli e alla Presidenza delle Circoscrizioni, ma siamo convinti che oltre ad appellarsi alla legge bisogna appellarsi alla coscienza di un sincero democratico, chiedendo ad esso di non negare il diritto alla parola a chi dissente dal cosiddetto pensiero unico e totalizzante.

Che la scrivente Organizzazione Politica si pone fuori dal coro e dalla difesa degli interessi delle classi dominanti è un fatto certo ed acclarato: anzi contro questi interessi e domini da sempre opponiamo lotte e mobilitazioni di massa; con forza da sempre siamo abituati ad urlare la nostra opposizione e la nostra volontà ad essere fuori e contro i Partiti e le Organizzazioni Sindacali cosiddette storiche.

Siamo per costruire un blocco sociale di classe che si ponga fuori, in lotta e in competizione con i blocchi sociali dominanti organizzati sotto le bandiere del Polo delle cosiddette libertà e dell’Ulivo.

Noi siamo tutte queste cose messe insieme e a voi che siete sinceri democratici chiediamo di rispettare i nostri diritto ad avere voce e dignità di parola. È chiedervi troppo?

 

 

Napoli, 27 Marzo 2001

COBAS per il COMUNISMO

Lopresto Domenico

Via Cavalleggeri n° 4 Napoli

Cell. 0349 4450708 – Tel. 081 210810