Napoli, lì 14/02/2002

   

 

ATTO COSTITUTIVO DEL PARTITO d’AZIONE COMUNISTA

 

 

L'anno duemiladue, il giorno 14 del mese di febbraio, in Napoli alla Via Tribunali n.181 è stato costituito il PARTITO POLITICO denominato PARTITO d'AZIONE COMUNISTA in conformità all'atto deliberativo adottato all'unanimità dal Congresso dei COBAS per il COMUNISMO svoltosi a Napoli c/o identico indirizzo in alto meglio descritto, in data 15 gennaio 2002.

 

 

 

Articolo 1

 

È costituito in Napoli alla Via Tribunali n.181 il PARTITO POLITICO denominato PARTITO d’AZIONE COMUNISTA così come deciso dall’Assemblea congressuale dei Cobas per il Comunismo in data 15 gennaio 2002. I Cobas per il Comunismo, a seguito di detta decisione, si sciolgono e confluiscono per intero nel Partito d’Azione Comunista.

 

 

 

 

Articolo 2

 

Il PARTITO d’AZIONE COMUNISTA ha sede provvisoria in Napoli alla Via Tribunali n.181.

 

   

 

Articolo 3

 

L’inno del PARTITO D’AZIONE COMUNISTA è l’Internazionale Comunista. Il simbolo del Partito è “un cerchio rosso recante la scritta Partito d’Azione Comunista, dentro il quale c’è una stella a cinque punte di colore giallo e la scritta Internazionalismo Proletario”.

 

   

 

Articolo 4

 

La vita del Partito è illimitata avendo ben chiaro che i suoi scopi e la sua natura si estingueranno quando il Comunismo avrà compiuto per intero il suo movimento reale che abolisce lo stato presente delle cose e la società non sarà più divisa in classi e lacerata dal conflitto e dall’antagonismo sociale.

 

 

 

 

Articolo 5

 

Il PARTITO d’AZIONE COMUNISTA è retto dal presente atto costitutivo e dallo Statuto che si allega ad esso, costituendone un unico corpo.

 

 

 

Articolo 6

 

Gli scopi che il PARTITO D’AZIONE COMUNISTA si prefigge di raggiungere sono indicati nell’allegato Statuto.

 

 

 

Articolo 7

 

Il Partito trae sostentamento dalle tessere di iscrizione e dai contributi volontari elargiti dagli iscritti e dai simpatizzanti, per cui il patrimonio iniziale è di euro 200 (duecento euro).

   

 

 

Articolo 8

 

Il PARTITO D’AZIONE COMUNISTA è un Partito di massa ed è amministrato, diretto ed organizzato secondo le norme previste dallo Statuto.

 

 

 

 

Articolo 9

 

È fatto obbligo a tutti gli aderenti di osservare e rispettare le regole e le norme previste nell’allegato Statuto.

   

 

 

Articolo 10

 

Gli aderenti al Partito hanno l’obbligo di propagandarne le tesi, le iniziative, le mobilitazioni, sia a livello locale che nazionale ed internazionale.

 

 

 

Articolo 11

 

 

Il Partito si pone l’obiettivo storico di costruire un nuovo mondo possibile, una città futura non lacerata dal conflitto e dall’antagonismo sociale e i suoi militanti devono essere esempi di moralità e di attivismo sociale e politico al servizio della classe operaia e del proletariato intero.

 

 

 

Articolo 12

 

Il primo esercizio sociale e politico del PARTITO d’AZIONE COMUNISTA si chiederà il 31 dicembre 2002.

   

 

 

Articolo 13

 

Per tutto quanto non previsto nel presente atto costitutivo e per ogni modifica dello stesso si rimanda alle norme previste dallo Statuto e dalle leggi vigenti.