PARTITO D'AZIONE COMUNISTA             

                                   Sede: Via Tribunali n. 181 - Napoli     -     Telefax: 081 210810

Home page

In primo piano

Il blog

Archivi

Immagini e musica

Mappa

 

NOTIZIE 2012

 

Torna all'elenco degli archivi

 

29/02/2012. L'ONU comunica che in Libia ci sono più di 100 morti in scontri tra tribù migliaia gli sfollati.

La sporca guerra imperialista scatenata dalla NATO in Libia, che - mascherata da missione di protezione dei civili - è stata dettata da grandi interessi economici ed ha portato, tra l'altro, all'assassinio di Gheddafi e di molti suoi familiari, sta mostrando il suo vero volto.
Dopo le denunce di metodi brutali nelle carceri e di rappresaglie indiscriminate, ora l'ONU rende noto che da due settimane ci sono violenti scontri tra tribù nel deserto del sud-est del Paese, con più di 100 morti e migliaia di sfollati tra la popolazione di Kufra.

Le guerre imperialiste uccidono e distruggono in nome del capitale, e lasciano sul campo nuovi contrasti e disordini che producono altri morti e altre distruzioni.

Basta con le sporche guerre imperialiste! Fuori l'Italia dalla NATO! Lotta di classe contro la borghesia!


27/01/2012. Il dopo-Gheddafi in Libia e la repressione

Dopo la guerra in Libia scatenata dalle forze occidentali capeggiate dalla Francia, che ha provocato morti e distruzioni e l'assassinio di Gheddafi e di molti suoi familiari grazie ai bombardamenti occidentali (altro che protezione dei civili!), il cui reale obiettivo era meramente economico, oggi emergono inquietanti notizie sulla nuova gestione del potere, con una repressione che non ha nulla da invidiare a quella di Gheddafi.
Il Consiglio di sicurezza dell'ONU, infatti, ha ricevuti dei resoconti dall'Alto Commissario per i diritti umani Navi Pillay, che riferiscono - tra l'altro - di migliaia di gheddafiani torturati in prigioni segrete, nonchè della sospensione delle attività da parte di "Medici senza frontiere" nei centri di detenzione di Misurata, in quanto ai detenuti vengono inflitte torture e viene negato loro l'accesso a cure mediche di urgenza.

Basta con le sporche guerre imperialiste, come quella in Libia!