PARTITO D'AZIONE COMUNISTA             

                                   Sede: Via Tribunali n. 181 - Napoli     -     Telefax: 081 210810

Home page

In primo piano

Il blog

Archivi

Immagini e musica

Mappa

 

NOTIZIE 2008

 

Torna all'elenco degli archivi

 

11/11/2008. Piano di ristrutturazione per "Liberazione": tagli al personale!

Il comitato di redazione di "Liberazione", quotidiano del Partito della Rifondazione Comunista, ha indetto uno sciopero per protestare contro il piano di ristrutturazione annunciato dalla società editrice, che prevede un taglio di oltre la metà del costo del personale: si tratta del terzo sciopero proclamato dai giornalisti dall'inizio della vertenza.

"Vogliamo denunciare con chiarezza - afferma tra l'altro il comitato di redazione - il tentativo inammissibile, tanto più a Liberazione, di far ricadere sulle spalle dei lavoratori i costi delle difficoltà economiche e anche degli errori gestionali, oramai evidenti. Del resto anche l'allarme per i paventati tagli governativi all'editoria sembra essere ridimensionato, almeno per il 2008 e 2009, dal voto delle commissioni parlamentari".

Quindi al quotidiano del Partito della Rifondazione Comunista si prospetta una ristrutturazione stile capitalistico che prevede un ingente taglio del personale: si tratta di una delle innumerevoli conferme di ciò che la teoria ha già dimostrato, e cioè che il Partito della Rifondazione Comunista è un'organizzazione politica borghese, che inganna il proletariato utilizzando dei riferimenti al "comunismo".

Il Partito d'Azione Comunista esprime la piena solidarietà al personale e ai giornalisti di "Liberazione" in sciopero, invitando gli aderenti al Partito della Rifondazione Comunista a rompere ogni legame con questa organizzazione politica borghese!


29/09/2008. Assemblea immigrati del 27/09/2008 su Pianura e Castelvolturno (riceviamo dall'Unione Inquilini di Napoli).

L'Unione Inquilini di Napoli è intervenuta all'Assemblea con un intervento del Segretario Regionale Lopresto Domenico, dando non solo solidarietà agli immigrati residenti nel quartiere di Pianura, oggetto di una campagna razzista e xenofoba organizzata dalla peggiore feccia umana di estrema destra presente nel quartiere, ma criticando anche l'immobilismo del Comune di Napoli, che avrebbe immediatamente a disposizioni soluzioni alloggiative alternative da mettere a disposizione di queste cento famiglie di immigrati e non lo fa. La mancata risposta ai bisogni reali, veri, quali il diritto alla casa per tutti, genera intolleranza e violenza mentre ci sono alloggi vuoti, abbandonate ed inutilizzati, che possono essere messi subito a disposizione di chi esprime un bisogno casa non rinviabile alle calende greche.


26/07/2008. Il Governo Berlusconi cancella il reintegro dei lavoratori precari!

 

Una norma inserita nel testo della manovra già approvato dalla Camera dei Deputati, cancella la possibilità per i lavoratori precari, una volta fatto ricorso al giudice e constatata l'irregolarità del rapporto di lavoro, che i propri contratti a tempo determinato possano essere trasformati in contratto a tempo indeterminato, cancellando di fatto il reintegro al posto di lavoro.

 

In cambio è prevista una misera indennità di entità variabile, compresa tra le 2,5 e le 6 mensilità.

 

Quindi, mentre la Confindustria plaude e i sindacati borghesi (CGIL-UIL-CISL) fingono di avere un "leggero dissenso", il Governo Berlusconi procede controriformando a tutto spiano e in tutti i settori: la norma approvata alla Camera è un altro duro colpo al mondo del lavoro ed in particolare ai precari, già di per se penalizzati.

 

Il Partito d’Azione Comunista chiama i lavoratori alla mobilitazione contro il governo reazionario di Berlusconi e contro il sistema sindacale borghese di CGIL-UIL-CISL.

 


 

29/06/2008. CISL (IAL-CISL Abbruzzo e Molise). Spariti 20 milioni di euro di fondi europei destinati alla formazione dei giovani.

 

Il sindacato CISL (e precisamente il suo ente di formazione professionale IAL-CISL Abruzzo e Molise) ha fatto sparire 20 milioni di euro di fondi dell’Unione Europea destinati alla formazione di giovani per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Gli stessi vertici nazionali della CISL hanno dovuto ammettere, come conferma l'amministratore delegato dello IAL nazionale Graziano Treré, che quegli ammanchi di bilancio "non trovano giustificazioni" e presentano "gravi responsabilità".

 

La Guardia di Finanza di Pescara ha scoperto che i fondi sono stati utilizzati per acquistare auto di lusso, finanziare campagne elettorali, comprare beni per uso personale, finanziare il Palermo Calcio.

 

Lo scandalo è scoppiato quando docenti e dipendenti, senza stipendio da mesi, hanno iniziato a protestare: oggi che lo Ial-Cisl Abruzzo e Molise è in liquidazione con la dichiarazione dello stato di insolvenza, sono scattati 50 licenziamenti, ed inoltre più di 1600 giovani attendono compensi e rimborsi.

 

Quindi un ente della CISL, che dovrebbe rappresentare gli interessi dei lavoratori e favorire l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, ha sottratto ai giovani stessi i finanziamenti inviati dall'Unione Europea, ed ha inoltre determinato il licenziamento di docenti e dipendenti che lavoravano presso l'ente suddetto!

 

Vergogna! Questa è una delle punte dell’iceberg di un sistema sindacale (CGIL-UIL-CISL) di sistema che rappresenta nella sostanza gli interessi padronali e – con la sua politica revisionista e, nella migliore delle ipotesi, economicista – tiene a bada il proletariato garantendo la pace sociale e la conservazione della società borghese.

 

Il Partito d’Azione Comunista si appella a tutti i proletari (operai, impiegati, lavoratori precari, disoccupati…) e chiede l’immediata rottura con i sindacati borghesi e l’avvio di una stagione di lotte contro il sistema capitalistico e le sue compatibilità, verso la più generale battaglia per la trasformazione rivoluzionaria della società borghese!

 


 

01/06/2008. Manifestazione nazionale contro la discarica a Chiaiano (Napoli)

 

Il Partito d'Azione Comunista aderisce alla manifestazione nazionale del 1 giugno 2008 contro l'apertura di una discarica a Chiaiano (periferia nord di Napoli), alla quale partecipano tanti cittadini del quartiere e delle zone limitrofe, comitati civici, sindacati di base, associazioni ambientaliste e così via.

La manifestazione intende dire il suo NO ad una megadiscarica nella città di Napoli, in un'area abitata e prossima alla zona ospedaliera, ricca di verde e di falde acquifere.

La popolazione non può pagare con la salute e la devastazione dell'ambiente una gestione criminale della questione rifiuti, che ha visto all'opera politici incapaci e grande criminalità organizzata, che hanno già avvelenato un'intera regione anche con rifiuti tossici di ogni tipo, illegalmente smaltiti.

 

 

Segnaliamo inoltre un intervento del dr. Montanari, libero ricercatore e scienziato di fama mondiale, che illustra gli effetti inquinanti dei termovalorizzatori.

Cliccare sul link seguente: www.youtube.com/watch?v=iKRNIBaS-gM (Fonte: www.youtube.com)

 


 

01/05/2008. 1° maggio - Festa dei lavoratori

 

Il Partito d'Azione Comunista celebra la storica giornata del 1° maggio, festa dei lavoratori!

 

Questa giornata assume un valore molto importante anche quest'anno, soprattutto in rapporto al crescente numero di morti sul lavoro.

Il capitalismo - ponendosi come unico obiettivo il profitto - non dà alcuna importanza ai lavoratori, alla loro vita: i datori di lavoro violano le già inadeguate leggi sulla sicurezza del lavoro, esponendo gli operai a gravi pericoli, che purtroppo sempre più spesso determinano morti e feriti.

 

Bisogna lottare per conquistare il diritto alla sicurezza sul lavoro prima di ogni altro interesse padronale, senza mai tralasciare l'obiettivo più generale della lotta per la rivoluzione socialista, unica via per l'emancipazione dei lavoratori e dell'intera umanità!

 

Viva il 1° maggio! Viva il Comunismo!

 


 

11/04/2008: ONORE E GLORIA ALLA FIGURA DEL GRANDE RIVOLUZIONARIO COMUNISTA SILVIO SERINO.

 

Il Partito d'Azione Comunista ammaina a lutto le proprie bandiere per commemorare il compagno Silvio Serino, figura storica di militante comunista, antimperialista ed antimilitarista di Napoli, scomparso ieri 10 aprile 2008.

 

Intere generazioni di comunisti si sono formate intorno alla sua figura di militante serio e severo, comunista da sempre e disponibile in tutte le circostanze.

Tantissimi compagni lo ricorderanno per sempre per i numerosi comitati antimperialisti ed antimilitaristi contro la guerra, costruiti insieme.

 

Ciao Silvio, grazie per averci formati alla scuola del marxismo rivoluzionario.

Vivrai per sempre nelle lotte dei comunisti e nella speranza che questa società possa e debba cambiare.